Compiti volontario Avo

Ogni volontario è inserito in un gruppo, e presta servizio in reparto in modo organizzato e coordinato.

Il volontario si impegna a:

  • Svolgere con continuità il servizio di almeno due ore alla settimana
  • Lavorare in gruppo e considerarsi parte integrante del gruppo
  • Il volontario Avo deve OSSERVARE per capire le necessità dell’Altro quando mancano le parole e ASCOLTARE, in silenzio, quando le parole ci sono.

In questa società frenetica dove l’imperativo è correre, restare eternamente giovani e correre al massimo, l’AVO insegna che esiste un’altra realtà che ti tende la mano e ti invita a frenare la tua corsa e a parlare solo con gli occhi. Il volontario Avo cerca di far suo quanto detto da Enzo Bianchi Priore della Comunità di Bose: “Ascoltare è accettare di sacrificare ciò che ci pare sempre più prezioso: il tempo. Occorre tempo per ascoltare, un tempo vissuto senza fretta, angoscia. L’ascolto è la prima forma di rispetto e di attenzione verso l’altro, la prima modalità di accoglienza della sua presenza. Ascoltare significa essere attenti, accogliere le parole di chi ci sta di fronte ma anche, più in profondità, tentare di ascoltare ciò che egli vuole comunicare al di là di quanto riesce ad esprimere: per questo è necessario impegnarsi a cogliere anche il suo “non detto”, ciò che egli sottintende, addirittura nasconde. Solo attraverso questo quotidiano esercizio si può giungere a una comunicazione vera, a un ascolto autentico capace di far esistere l’altro e di dargli consistenza”.

L’ASSOCIAZIONE

L’associazione non è un ente a se stante, in quanto è formato dai volontari. Associazione e volontari sono, pertanto, interdipendenti in un rapporto di “reciprocità” dove esistono diritti e doveri da entrambe le parti.

Il volontario si impegna a:

  • Condividere le linee programmatiche dell’Associazione
  • Rispettare lo Statuto e il Regolamento dell’Avo di Tortona
  • Seguire il programma di formazione permanente
  • Partecipare alla vita associativa per socializzare con i volontari e consolidare il senso di appartenenza

La vitalità dell’Avo ha le sue radici nella generosità dei suoi volontari e nella condivisione dei valori e delle finalità associative.